skip to Main Content

Serie A, si punta alla riapertura degli stadi: ultime giornate con un quarto dei tifosi?

Serie A, Si Punta Alla Riapertura Degli Stadi: Ultime Giornate Con Un Quarto Dei Tifosi?

La Serie A torna a farsi sentire sulla questione della riapertura degli stadi: obiettivo partire con 1000 tifosi e allargare al 25% della capienza

Durante l’Assemblea di Lega è arrivato l’ok: l’Olimpico ospiterà le gare dell’Europeo con una capienza del 25%. Un ottimo traguardo per il calcio italiano, ma ora la Serie A vuole di più. I club starebbero spingendo per consentire almeno a 1000 persone di iniziare a popolare gli stadi, come successo tra settembre e ottobre.

Le società hanno bisogno degli introiti dei botteghini. Il mancato accesso dei tifosi agli stadi quest’anno, stando a uno studio della Gazzetta dello Sport, ha causato perdite per circa 370 milioni. A nome dei club ha parlato il presidente di Lega Paolo Dal Pino:

“La Lega Serie A ha predisposto già da un anno un dettagliato protocollo per riaprire gli impianti al pubblico, in totale sicurezza e tutela per il tifoso, con percentuali via via crescenti. Ci aspettiamo che già dalle prossime partite si possa tornare ad ospitare perlomeno 1.000 spettatori”.

Juventus-Inter con il 25% dei tifosi?

san siro sala inter

Serie A, si punta alla riapertura degli stadi: ultime giornate con un quarto dei tifosi?

LEGGI ANCHE Inter, Bellinazzo (IlSole24Ore): “Cessione? Suning ha cambiato idea. Il peggio è passato”

La Lega aveva già destinato alla Federazione un piano per ripartire in sicurezza con la riapertura degli impianti. Un piano che prevede, oltre al distanziamento, l’uso di autocertificazioni e modalità controllate di accesso e allontanamento dallo stadio. Così potrebbe quindi essere accolta una percentuale del 25% già nelle ultime giornate di campionato.

Vorrebbe quindi dire che gare come Juventus-Inter, Roma-Lazio, Atalanta-Milan potrebbero avere il pubblico. Per la Sampdoria si tratterebbe della gara con il Parma. Al momento è improbabile, ma la Serie A sta tornando a farsi sentire.

© Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top